© 2017 by Sadhana Yoga Studio

September 12, 2019

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

 

Lo yoga è una scienza antica quanto l’uomo. Le sue radici affondano nella cultura illuminata dei veda, antichi veggenti e saggi vissuti oltre 5.000 anni fa. Contrariamente a quanto molti credono, lo yoga non è un semplice esercizio fisico bensì un corpus di conoscenze che si avvale di esercizi posturali per preservare la longevità del corpo,prescrizioni comportamentali per la corretta igiene mentale,  nozioni di dietetica per favorire la corretta funzionalità dell’organismo ecc..

Oggi le ricerche che dimostrano l’impatto terapeutico dello yoga in numerose patologie fisiche e mentali, sono oltre 4.000. Un solo articolo non potrebbe enunciarle tutte pertanto l’intento dello scrivente in questa sede è principalmente quello di sensibilizzare i lettori sul valore terapeutico dello Yoga in generale, per poi tentare di descrivere in maniera più specifica nei prossimi scritti i meccanismi di azione bio psico sociale attraverso i quali queste tecniche antichissime risultano essere decisamente attuali nel rispondere alla domanda crescente di disagio e sofferenza, fisica, mentale e spirituale della quale l’uomo moderno è portatore.

 

Qui di seguito elencherò le aree di azione dello yoga sulle quali la scienza ha fornito evidenti e numerose prove di efficacia clinica.

 

Pressione sanguigna. La pratica regolare dello Yoga riduce la pressione sanguigna attraverso una migliore circolazione e ossigenazione del corpo.

 

Pulsazioni. Lo Yoga riduce la frequenza cardiaca poichè la pratica rende il cuore  abbastanza forte per pompare più sangue con meno battiti.

 

Circolazione. Lo Yoga migliora la circolazione del sangue. Trasportando nutrienti e ossigeno in tutto il corpo, la pratica fornisce organi più sani e nutre la pelle e il cervello.

 

Respirazione. Così come avveniva per la pressione sanguigna, anche la frequenza polmonare si riduce perchè i polmoni lavorano in maniera più efficiente attraverso una combinazione di esercizi di respirazione controllata e una migliore forma fisica.

 

Resistenza cardiovascolare. Una combinazione di frequenza cardiaca più basse e una migliore ossigenazione del corpo (entrambi i benefici dello yoga) provoca una maggiore resistenza cardiovascolare.

 

Organi. La pratica dello yoga massaggia gli organi interni, migliorando così la capacità del corpo di prevenire le malattie.

 

Funzionalità gastrointestinale. Le funzioni gastrointestinali migliorano con l’esercizio regolare dello yoga sia negli uomini che nelle donne.

 

Immunità. La pratica dello yoga è in grado di potenziare il sistema immunitario persino in soggetti anziani o debilitati da anni di malattie e terapie farmacologiche invasive.

 

Dolore. La tolleranza al dolore è molto più elevata tra coloro che praticano regolarmente lo yoga inoltre, anche talune condizioni di dolore cronico vengono ridotti o eliminati attraverso lo yoga.

 

Metabolismo. La pratica dello yoga consiste nel trovare equilibrio e creare un metabolismo più efficiente.

 

Invecchiamento. Lo Yoga stimola il processo di disintossicazione del corpo, ritardandone l'invecchiamento.

 

Postura. Le posizioni dello yoga insegnano a controllare il proprio corpo conferendo numerosi benefici alla colonna vertebrale e alle articolazioni, migliorando il tono posturale della persona.

 

Forza. Usando il peso del proprio corpo durante gli esercizi, lo Yoga potenzia la forza muscolo scheletrica del praticante.

 

Energia. La pratica regolare dello Yoga fornisce un'energia costante dovuta all’ accelerazione metabolica che l’esercizio attiva con il tempo.

 

Peso. Il metabolismo migliora e la pratica costante, consente di mantenere il peso regolare inoltre, l’allungamento dei muscoli raggiunto con gli asana, contribuisce a portare maggiore ossigeno al sangue riducendo la quantità di cellulite che può  depositarsi vicino ai muscoli.

 

Sonno. A causa dei molti benefici psicofisici che lo Yoga elargisce, la qualità del sonno migliora con il passare del tempo.

 

Equilibrio. Una parte integrante della pratica yoga è l'equilibrio e il controllo del  corpo che diventa progressivamente sempre più efficiente e funzionale. I movimenti divengono aggraziati e armonici.

 

Sessualità. Lo Yoga può migliorare la sessualità attraverso un migliore controllo del corpo, un maggiore rilassamento e fiducia in se stessi.

 

Oltre agli aspetti sin qui descritti, enumeriamo una svariata serie di benefici a livello mentale tra i quali:

 

Umore. Il benessere generale ottenuto dall’esercizio regolare migliora il tono d’umore e rilascia le ansie e le tensioni.

 

Riduzione dello stress e Ansia. La respirazione profonda è in grado di ridurre i livelli di stress e ansia. Molti pazienti con disturbi ansiosi possono con il tempo abbandonare l’uso dei farmaci grazie alla pratica regolare dello yoga.

 

 

Auto-accettazione. Focalizzandosi verso l'interno e realizzando attraverso la pratica yoga in cui la perfezione non è l'obiettivo, l'auto-accettazione inizia a manifestarsi naturalmente conferendo un senso di maggiore pace e riduzione dell’ansia rivolta al conseguimento di uno scopo. 

 

Autocontrollo. I movimenti controllati dello yoga vengono trasferiti in ogni aspetto della vita.

 

Prospettiva positiva sulla vita. La pratica continua dello yoga determina un migliore equilibrio ormonale e raffina il sistema nervoso conferendo un approccio più stabile e positivo verso la vita.

 

Ostilità. La maggior parte degli yogi segnalano una sostanziale riduzione della ostilità e un migliore controllo della rabbia. Una ridotta ostilità significa bassa pressione sanguigna e bassi livelli di stress che favoriscono un approccio più sano alla vita.

 

Concentrazione. I ricercatori hanno dimostrato che appena otto settimane di pratica dello yoga possono portare a una maggiore concentrazione e una maggiore motivazione.

 

Memoria. La migliore circolazione del sangue nel cervello, così come la riduzione dello stress e il miglioramento della messa a fuoco, permettono un aumento delle funzioni mnemoniche.

 

Attenzione. L'attenzione richiesta nello yoga per mantenere la respirazione profonda in associazione con le posizioni (asana), affina la capacità di mantenere un forte focus sulle attività.

 

Abilità sociali. Nello yoga, s’impara l'interconnessione rispetto alla vita in generale. La pratica presto si evolve in un viaggio personale verso un processo di interconnessione con il prossimo, per questo anche le tue abilità sociali migliorano insieme alla pratica dello yoga.

 

Calma. Lo yoga introduce il praticante ad alcune tecniche di meditazione che aiutano a calmare la mente.

 

Prevenzione delle malattie. La medicina oggi incoraggia la pratica dello yoga e della meditazione perchè aiuta a prevenire molteplici malattie tra le quali:

 

Malattie cardiache. Lo yoga riduce lo stress, la pressione sanguigna, mantiene il peso e migliora la salute cardiovascolare riducendo il rischio di malattie cardiache.

 

Osteoporosi. E' scientificamente provato che l’esercizio dello yoga rafforza le ossa e aiuta a prevenire l'osteoporosi. Inoltre, la capacità dello yoga di abbassare i livelli di cortisolo può contribuire a mantenere il calcio nelle ossa.

 

Alzheimer. Un nuovo studio indica che lo yoga può aiutare ad innalzare i livelli nel cervello del gamma-aminobutirrico (GABA). I bassi livelli di GABA sono associati all'insorgenza dell’ Alzheimer. E’ stato dimostrato che la meditazione e lo yoga hanno la proprietà di rallentare la progressione del morbo di Alzheimer.

 

Diabete di tipo II. Oltre a ridurre il glucosio nell’organismo, lo yoga è anche un'ottima fonte di esercizio fisico e di riduzione dello stress che favorisce la produzione di insulina nel pancreas e può servire da eccellente prevenzione per il diabete di tipo II.

 

Sebbene un elenco dei benefici dello yoga nel ridurre i sintomi e nella gestione delle malattie complesse occuperebbe decine di pagine, qui ci limiteremo ad una breve disamina di alcune situazioni cliniche dove la pratica di questa disciplina ha un’azione terapeutica di grande impatto rimandando ad altre sedi, ulteriori approfondimenti su aree tematiche specifiche.

 

Sindrome del tunnel carpale. Gli individui con sindrome del tunnel carpale che hanno praticato lo yoga hanno mostrato un miglioramento rispetto a quelli che hanno indossato una stecca o non hanno ricevuto alcun trattamento. I ricercatori hanno osservato una maggiore resistenza all'impugnatura e una riduzione del dolore nei partecipanti allo studio.

 

Asma. Ci sono alcune prove che dimostrano come la pratica regolare dello yoga riduca i sintomi dell’asma e favorisca la riduzione e/o la sospensione dei farmaci.

 

Artrite. Il lento e deliberato movimento delle posizioni insieme alla dolce pressione esercitata sulle articolazioni, fornisce un ottimo esercizio per alleviare i sintomi dell'artrite. Inoltre, il sollievo dello stress associato allo yoga allenta i muscoli che circondano le articolazioni.

 

Sclerosi multipla. Secondo recenti indagini, "lo yoga è ora riconosciuto come un eccellente mezzo per la gestione della MS". Inoltre, il Centro Nazionale per la Medicina Complementare e Alternativa sta finanziando uno studio clinico dello yoga per il trattamento della sclerosi multipla.

 

Cancro. I pazienti affetti da tumore che praticano lo yoga ottengono maggiore forza e resilienza perchè l’esercizio favorisce l’aumento dei globuli rossi. Essi percepiscono meno nausea durante la chemioterapia e hanno un miglioramento globale nella qualità di vita.

 

Distrofia muscolare. L'utilizzo dello yoga nelle prime fasi della distrofia muscolare può aiutare a riprisitinare e/o preservare alcune funzioni fisiche.

 

Emicrania. La pratica regolare dello yoga riduce il numero di emicranie nei pazienti cronici.

 

Scoliosi. Lo Yoga può raddrizzare la curvatura della colonna vertebrale associata alla scoliosi.

 

Bronchite cronica. L’esercizio non aumenta il ritmo respiratorio ma innalza i livelli di ossigeno nel corpo perciò è l'ideale per il trattamento della bronchite cronica.

 

Epilessia. Mettendo a fuoco sulla riduzione dello stress, la respirazione e il ripristino dell'equilibrio complessivo nel corpo sono al centro di come lo yoga può aiutare a prevenire crisi epilettiche.

 

Sciatica. Il dolore intenso associato alla sciatica può essere alleviato con alcuni asana .

 

Disturbo ossessivo compulsivo. Studi di persone con DOC hanno dimostrato che la pratica dello yoga ha portato ad una riduzione dei sintomi e facilitato la riduzione nell’uso dei farmaci adottati per la gestione del disturbo.

 

Stipsi. Con lo yoga le funzioni digestive e quelle di evacuazioni verranno migliorate, qualsiasi stitichezza verrà eliminata attraverso lo yoga.

 

Allergie. Grazie alla respirazione profonda alcuni tipi di allergie vengono sanate. 

 

Menopausa. La pratica dello yoga può aiutare a controllare alcuni degli effetti collaterali della menopausa.

 

Mal di schiena. Lo Yoga riduce la compressione della colonna vertebrale e favorisce l'allineamento del corpo riducendo  il dolore alla schiena.

 

Sembra incredibile che una tecnica così antica possa essere così attuale nel rispondere ai bisogni dell’uomo moderno di una migliore qualità di vita e di un rinnovato benessere psico fisico. Lo yoga non ha effetti collaterali, è una medicina per il corpo che si adatta ad ogni circostanza e facilità le capacità di auto guarigione dell’organismo, per queste ragioni è consigliabile la sua pratica all’ interno di ogni percorso clinico ufficiale o al di fuori di esso in termini di prevenzione e di auto consapevolezza di sè. Presso Sadhana Yoga Studio si effettuano percorsi di gruppo e individuali di yoga e yoga e psicoterapia con il supporto di insegnanti certificate.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici