© 2017 by Sadhana Yoga Studio

September 12, 2019

Please reload

Post recenti

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post in evidenza

DANDASANA - Posizione del bastone

February 12, 2018

Dandasana è la posizione del bastone, è un asana di base da cui si parte per tutte le posture da seduti e per iniziare gli allungamenti in avanti. Può apparire una posizione semplice da praticare, essa coinvolge tutto il corpo, dai muscoli degli arti inferiori  fino alle spalle, ma partiamo dalla preparazione.

Ricordiamoci che ogni asana ha degli effetti benefici sul nostro corpo e la nostra mente ed è importante intraprendere la posizione in modo corretto, con le proprie attitudini e i propri limiti, ciò ci aiuterà ad avere maggiore consapevolezza di ogni singolo muscolo del nostro corpo, respirando e ascoltando con attenzione ciò che affiora dalla pratica. In posizione seduta allunghiamo le gambe  spingendo i talloni in avanti e portando le dita dei piedi verso il corpo, le cosce, le ginocchia, le caviglie e le dita dei piedi sono uniti e la schiena è eretta. I palmi delle mani sono radicati al tappetino vicino ai fianchi con le dita rivolte in avanti. I gomiti sono tesi, il torace è sollevato, il collo e il capo eretti. I muscoli coinvolti sono molteplici, nella parte lombare il quadrato dei lombi lavora con lo psoas nella sezione frontale per sollevare le cosce e stabilizzare la schiena. I tricipiti allungano i gomiti e spingono le mani a terra, alzando ancora di più la schiena. Il trapezio e i muscoli romboidi portano le scapole verso la spina dorsale e in basso, aprono il torace. Gli adduttori portano i femori verso la linea mediana. Le catene muscolari posteriori delle gambe si allungano e le articolazioni contribuiscono all’apertura delle anche e della pianta dei piedi.  

Praticare Dandasana apporta benefici alla colonna vertebrale , ai reni e rinforza i muscoli della cintura addominale. Mediante la postura abbinata alla respirazione avviene un massaggio naturale agli organi interni. I muscoli delle gambe si allungano e si rinforzano. Ogni asana ha la sua peculiarità ma tutte contribuiscono al benessere psicofisico dell’ individuo, la respirazione diaframmatica influisce notevolmente sulla nostra mente, liberandola dai pensieri, e sul nostro corpo aiutandoci a rilasciare le tensioni emotive e muscolari.

 

Dunque non resta che praticare!! E’ importante se non fondamentale,  soprattutto nella fase iniziale di approccio allo yoga, affidarsi a un insegnante che aiuterà il praticante ad avere un impatto sereno e consapevole con questa meravigliosa disciplina e, successivamente, a condurlo alla sua evoluzione.

 

Senza una corretta respirazione, le posture yoga non sono altro che ginnastica.
(Rachel Schaeffer)

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici